home Arredamento Il comfort del letto

Il comfort del letto

Quando pensiamo a riposare, automaticamente, nella nostra mente, compare magicamente il letto che abbiamo a casa, il quale ci appare come dignitoso e bastevole per le nostre esigenze . Molteplici modelli di letto esistono ma, uno in particolare, si distingue per la straodinaria comodità: Savoir No 2 Khangai, ovvero il letto più comodo del mondo. Questo prodotto, che è fuori dalla portata economica di una grande fetta del nostro paese, costa esattamente 80.000 euro. Un prezzo decisamente eccessivo per un letto, se non fosse che è stato realizzato in edizione limitata e ne esistono solamente 50. Uno dei problemi principali di quando si viaggia è, per esempio, la presenza di letti che non ci fanno dormire: basterà acquistare questo letto e il viaggio potrete farlo in casa vostra, nel pieno dei sogni più comodi. Non esiste nulla come questo letto, che si esprime con un prezzo abbastanza esoso che però trova piena giustificazione nel particolare materiale con cui è realizzato.

Provare il comfort

Prima di acquistare un qualsiasi prodotto, in genere lo si prova con attenta analisi e, per chi fosse curioso di provare il letto più confortevole al mondo, c’è la possibilità di testarlo in un hotel a Londra, ovviamente in una lussuosissima Royal Suite, dentro la quale si può realtà un’esperienza unica. Il comfort di questo prodotto, nasce dall’unione delle competenze dell’azienda produttrice di letti Savoir Beds con la manualità tessile della Tengri.
Secondo l’hotel all’interno del quale si trova uno di questi magnifici letti, questo prodotto “trascende tutti i livelli di comfort attualmente disponibili”. Peccato solo per il prezzo di circa 70.525 sterline . Sopra questo morbidissimo letto si potranno fare dei sogni tranquilli, dovuti alle fibre del nobile yak di Tengri, le quali vengono pettinate interamente a mano dai bovini nella regione montuosa di Khangai in Mongolia. Le fibre risultano essere morbide come il cashmere e addirittura più calde della lana di merino.

Altre realtà

Purtroppo non siamo tutti la Regina Elisabetta, motivo per cui, il materasso che potremmo permetterci in un’eventuale hotel, sarà di fattura più umile ma allo stesso tempo ricco della spensieratezza dovuta a chi si sposta da casa per visitare un’altra città, come Roma per esempio, una capitale che non ha tempo. Proprio a Roma infatti, in Via Nazionale, è possibile albergare all’interno del Floris Hotel, una struttura la cui cordialità del personale è estremamente valida e capace di proporre un’idea di comfort tutta modellata sulle esigenze del cliente, a patto che questo non pretenda un letto da 80.00 euro. Vivere nel lusso può apparire come una prospettiva interessante ma, i buoni intenditori, sanno che la più grande ricchezza è data non dal denaro ma dall’esperienza di vivere in un posto che non sia casa propria in piena libertà.