home Tecnologia Cos’è la fluidodinamica?

Cos’è la fluidodinamica?

Molte persone quando sentono pronunciare la parola "fluidodinamica", non sanno di cosa si stia parlando. È normale: in effetti, non è un termine di dominio pubblico.

Per comprendere bene cos'è la fluidodinamica, occorre procedere un passo alla volta e chiarire fin dal primo momento che si tratta dello studio del comportamento dei fluidi in movimento. Detto in parole più semplici: la fluidodinamica è la branca della meccanica dei fluidi che studia il moto dei fluidi rispetto alle cause circostanti. Tale modo si suddivide in moto interno e moto esterno. Il primo, studia il moto dei fluidi all'interno dei condotti (tubi e canali); il secondo, invece, riguarda lo studio del moto all'esterno dei condotti e sulle superfici.

 

Che cosa si intende per fluido?

Un fluido è un corpo allo stato aeriforme o liquido: vale a dire, un materiale che non è dotato di una forma propria – come l'acqua oppure il gas – e che quindi tende ad assumere la forma del recipiente che lo contiene.

 

La presenza della viscosità

Stabiliti i principi basilari della fluidodinamica, occorre a questo punto introdurre il concetto della viscosità. Quando un fluido scorre su una superficie, le particelle che sono al suo interno sono soggette ad una forza d'attrito che si oppone al movimento del fluido in questione. La viscosità, dunque, è la forza che si oppone al moto del fluido. Inoltre, ogni fluido ha un coefficiente di viscosità. Se poniamo l'acqua e l'olio su una stessa superficie piana, notiamo che l'acqua scivola molto più velocemente rispetto all'olio: questo accade perché il coefficiente di viscosità dell'acqua è minore rispetto a quello dell'olio.

 

La fluidodinamica nella vita di tutti i giorni

Per quanto possa sembrare assurdo, la fluidodinamica fa parte della nostra vita, tutti i giorni. Basti considerare che i fluidi costituiscono circa il 95% del corpo umano sotto forma d'acqua e che l'atmosfera, la quale si estende al di sopra di noi, altro non è che un affascinante e vastissimo miscuglio eterogeneo di fluidi.

 

I fluidi per produrre energia

A questo punto, considerando le forze di resistenza e di movimento che operano nel mondo della fluidodinamica, è semplice comprendere che i fluidi possono essere sfruttati per produrre energia.

Già all'epoca dell'antico Egitto, l'acqua veniva utilizzata come fluido idraulico per la produzione di energia. Dal ventesimo secolo in poi, con l'avanzamento progressivo delle conoscenze scientifiche e delle tecnologie, sono stati introdotti nuovi fluidi idraulici come oli vegetali e ricavati vari del petrolio che offrivano una maggiore viscosità e quindi forza d'attrito.

 

La fluidodinamica nel settore industriale

Oggigiorno, sempre più frequentemente si sente parlare di oleodinamica. L'oleodinamica è una branca specifica dell'ingegneria meccanica che trova una grande applicazione nella dinamica dei fluidi. Le tecnologie oleodinamiche attualmente adoperate sono in grado di trasformare l'energia di un fluido in energia meccanica. Si tratta di una tecnologia molto avanzata, che affonda le sue radici nelle prime scoperte scientifiche dei secoli scorsi e che, anno dopo anno, è in continua espansione.

Il numero di aziende che negli ultimi anni si stanno affidando all'acquisto di motori oleodinamici, è sempre maggiore. Questo per una serie di vantaggi. Innanzitutto, il costo d'acquisto di questi motori, se paragonato ad altri macchinari che svolgono lo stesso tipo di lavoro, costano molto meno. Inoltre, sono molto versatili e affidabili. Essi sono in grado di lavorare ad alto regime e con grande costanza. Un altro fattore sicuramente positivo da tenere in considerazione è quello della versatilità: sono, infatti, presenti sul mercato moltissimi modelli di motori oleodinamici che sono in grado di soddisfare le richieste dei clienti più esigenti.

Attualmente, l'Italia è uno dei paesi che prende maggiormente in considerazione questo tipo di tecnologia, infatti si impone sul mercato globale come il maggior produttore di prodotti oleodinamici.

 

Considerazioni finali

Per quanto complesso possa sembrare l'argomento, in realtà esso è abbastanza semplice. La fluidodinamica fa parte delle nostre vite. Che sia dentro di noi, nell'aria che ci circonda e che respiriamo, nei motori delle automobili che guidiamo: la fluidodinamica opera incessantemente, modellando un mondo di energie in continuo contrasto tra di loro.